Indietro  A capo coperto. Storie di donne e di veli

EUR 12,00


Aggiungi al carrello  

 

di Maria Giuseppina Muzzarelli.

Parliamo di donne velate e subito pensiamo allo hijab o agli altri tipi di copertura del capo, o del volto, o dell'intero corpo della donna che sono in uso nel mondo islamico e che, non senza originare polemiche, molte islamiche indossano anche nei paesi occidentali.

Ma la prescrizione alle donne di coprirsi il capo appartiene in pieno anche alla storia dell'Occidente.

Proviamo allora a riscoprire un costume millenario, documentato dalla Bibbia e dalle statue dell'antica Grecia, dai Padri della Chiesa, dalle normative medievali, da innumerevoli testimonianze artistiche e letterarie.

Il capo coperto era prerogativa delle donne sposate, era la divisa delle religiose, così come ogni vedova era tenuta a portare il velo del lutto.

Segno di verecondia e modestia, il velo, leggero quanto simbolicamente carico, era però anche un accessorio alla moda, il complemento fondamentale nello sfoggio di lusso ed eleganza, come ancora oggi può essere il foulard griffato.

Autore: Maria Giuseppina Muzzarelli

Peso: 0.7 Kg

 

Casa Editrice: Il Mulino
Lingua: Italiano
Mese di Uscita: 2016
Pagine: 211
 
 

Condividi

La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies

Potrebbero interessarti anche…